Titolo, sottotitolo e parole ipnotiche per il tuo ebook

 Il Titolo e il Sottotitolo...

...ancor prima di dedicarci alla nostra descrizione, è doveroso soffermarsi sul titolo del nostro ebook. Il titolo di un libro è composto da Titolo e Sottotitolo. Il primo tendenzialmente è breve, mentre il secondo più lungo. Ecco cosa dice in proposito Amazon: "Your title and subtitle together must be fewer than 200 characters." La somma non può superare i 200 caratteri, ma il consiglio è di usarli quasi tutti.


Un esempio? Titolo Come pubblicare su Amazon Sottotitolo L'unica guida "passo passo" per ideare, scrivere e lanciare un ebook online... e finalmente guadagnare con Amazon KDP! Titolo e sottotitolo hanno una duplice funzione: attirare con le keyword e attirare con le parole ipnotiche. Se hai letto gli altri miei ebook della serie "Ideare, scrivere e lanciare un ebook su Amazon gratis - Le guide degli Scrittori Indipendenti Italiani", sai cos'è una keyword o parola chiave e a cosa serve. Altrimenti sappi che le keyword sono delle parole utili ai motori di ricerca (Google, Amazon...) per trovare il tuo libro. Ad esempio se vai nella home di Amazon.it e scrivi le parole "creare una mailing list", ti appariranno degli ebook, tra cui il mio ebook "Il tuo futuro è nella mailing list" e "email list strategy" di D. Davì.

Perché? Perché nel mio titolo è presente la parola chiave "mailing list", che tra l'altro è ripetuta più volte anche nella descrizione.

Detto questo, non vorrei ora soffermarmi sulle keyword da inserire nel titolo e nel sottotitolo, ma focalizzarmi sul secondo aspetto "attirare con le parole ipnotiche". Ciò che voglio intendere è che quando il lettore "atterra" sulla pagina di vendita Amazon relativa al tuo ebook vi rimarrà in moda (non in media) tra i due e i dieci secondi. Quindi hai pochissimo tempo per catturare la sua attenzione con le parole giuste. Titolo e cover rappresentano il 90% dei motivi per cui un casuale lettore potrebbe diventare un tuo effettivo lettore. Qui non ci occupiamo di cover, ma soltanto di parole: quali usare e in che ordine vanno usate. Regola principale Il titolo deve attirare, il sottotitolo catturare. Intendo dire che il titolo, essendo più breve, non potrà convincere in nessun modo il lettore a comprare direttamente il libro, ma avrà un ruolo di "primo acchito". Il titolo attira l'attenzione, indica l'argomento del libro e, se possibile, abbozza un beneficio o un problema.

Esempio di un titolo geniale

È facile smettere di fumare, se sai come farlo.

Questo titolo, oltre a contenere ottime keyword e attirare l'attenzione, parla di benefici "smettere di fumare", parla di problemi "fumare" e crea curiosità "se sai come farlo". L'autore ha creato un bestseller partendo dal titolo. Non ci sono dubbi a riguardo. Più in generale, sarà il sottotitolo a cementare nella testa del lettore benefici e/o problemi.

Il sottotitolo fissa il beneficio più grande che offri col tuo libro e/o il problema che risolvi in modo chiaro e convincente.

Dopo la copertina, sarà il tuo titolo a determinare l'esito delle tue vendite. Per essere efficace, deve trasmettere chiaramente il seguente messaggio: come il tuo ebook darà beneficio al lettore o risolverà un suo problema urgente. Un buon modo di ottenere idee per un titolo è di esaminare gli scaffali delle librerie (se ancora se ne trovano...), cercando titoli di libri che attirano la tua attenzione. Un metodo ancora più semplice è di perdere qualche ora ogni tanto navigando nelle "categorie amazon" del kindle store. Noterai che certe parole e combinazioni di parole sono particolarmente potenti.

Hai mai sentito parlare di "parole ipnotiche"? Ecco le 18 parole più importanti (ormai note a tutti) da usare nei tuoi titoli. Naturalmente, non devi usare tutte le parole in ogni titolo! Ma usarne una o due ti assicura che sei sulla strada giusta: 1. Tu 2. Gratis 3. Nuovo 4. Come 5. Denaro 6. Risparmiare 7. Risultati 8. Facile 9. Segreti 10. Salute 11. Sicurezza
12. Amore 13. Scoperta 14. Rivelazione 15. Provato 16. Garanzia 17. Esclusivo 18. Finalmente

Eccoti un esempio scritto da Piernicola De Maria che ho trovato “googlando”...

Un vostro collaboratore dice: “mi piacerebbe essere più indipendente, raggiungere un maggiore successo in quello che faccio ed essere finalmente libero”
Se volessimo scrivere una lista delle parole ipnotiche personali di questa persona sarebbero: libero indipendente successo
Supponiamo, quindi, di voler offrire a questa persona un nuovo lavoro, ecco 2 frasi quasi equivalenti.


Frase 1: “Sai, Giorgio, ho appena saputo di una nuova posizione, in Burundi, come unico delegato della nostra società. E' in un paese di 34 abitanti a 200 km dal primo centro abitato, e finalmente potresti essere libero, avere maggiore successo in quello che fai ed essere indipendente da tutto e da tutti”

Frase 2: “Sai, Giorgio, ho appena saputo di una nuova posizione, in Burundi, come unico delegato della nostra società. E' in un paese di 34 abitanti a 200 km dal primo centro abitato, e finalmente potresti essere autonomo, avere maggiori risultati in quello che fai ed essere padrone di te stesso”

Con quale delle due frasi, secondo voi, Giorgio potrebbe accettare più di buon grado questa “comodissima” trasferta?
Indubbiamente con la prima. Utilizzando le sue parole per rispondergli l'impatto che avrete sarà enorme.
Ma non accettatelo come “regola di fede”, PROVATE.

Nei prossimi giorni fate attenzione a quello che le altre persone dicono, notate il linguaggio che utilizzano e provate a rispondere utilizzando lo stesso tipo di linguaggio oppure cambiando le parole “ipnotiche” con dei sinonimi. Questo breve esempio è tratto da “Le Parole IPNOTICHE - Come ascoltare gli altri e stimolarli nella giusta direzione” di Piernicola De Maria.

Anziché le 18 parole suddette, alcuni propongono le seguenti 20: annuncio; sorprendente; gratuito; fenomenale; meraviglioso; potente; speciale; di successo; conquista; consiglio; rivelatore; rivoluzionario; incredibile; presentare; nuovo; migliorato; urgente; primo; esclusivo; finalmente.

Come vedi sono molto simili. Sta a te inserirle – senza esagerare – nei tuoi titoli e nelle tue descrizioni.

Oltre alle "classiche" parole ipnotiche, esistono anche diverse formule "classiche" per i titoli:

#A Come Inizia il tuo titolo con la parola “Come”. Per esempio, “Come diventare uno scrittore indie” oppure "Come pubblicare su Amazon". Se sei di corsa – in fondo lo siamo tutti – e ti serve un titolo in fretta, questi tipi di titolo sono i più facili con cui cominciare. La formula è semplice. Ci sono soltanto 2 possibilità:

#1“Come ottenere il beneficio X”

#2 “Come evitare il problema Y”.

Un consiglio che ripeterò spesso: sii il più specifico possibile. Scrivi di una nicchia specifica? Bene, risolvi un problema specifico di una nicchia specifica!

Pensa al libro che stai leggendo... Diciamo che la mia nicchia sia "Diventare scrittori indipendenti". Questo libro è davvero specifico (infatti mentre lo scrivo mi sto ancora chiedendo se non sia "troppo" specifico...), si dedica infatti solo alla descrizione che in fondo rappresenta soltanto una piccola parte dell'intera faccenda. Il fatto è che ci sono dei vantaggi a risolvere un problema specifico:

#1 non disperdi l'attenzione del potenziale lettore

#2 non disperdi le tue energie

#3 potrai scrivere molti più libri specifici (anziché uno omnicomprensivo)

#4 il tuo libro avrà un prezzo più abbordabile

#5 finirai il tuo libro in breve tempo

#6 eviterai complicazioni

Quindi: sii specifico!

Assicurati che la dichiarazione del tuo beneficio sia specifica. Ad esempio, “Come risparmiare denaro" non è potente quanto “Come risparmiare almeno 111€ al mese impegnandoti soltanto 5 minuti al giorno”. Una bella possibilità che consente di proporre il titolo “come” è di scrivere un titolo in prima persona? Ad esempio, “Come ho scritto un ebook in 7 giorni” oppure "Come guadagno 200€ al mese coi miei libri" o ancora "Come ho risparmiato 333€ di riscaldamento lo scorso inverno".

La gente ama leggere storie. Questo titolo ha il fascino di offrire un beneficio specifico e, in più, una storia in prima persona! Meglio di così...

#B Novità + beneficio Inizia il tuo titolo con le seguenti parole:

#1 come annunciato #2 nuovo #3 ora #4 finalmente #5 adesso

Esempi? #1 “Finalmente, un modo provato per usare il proprio cellulare per scrivere ebook – anche se non hai mai fatto un corso di scrittura creativa e se non ami parlare davanti a un microfono.” #2 "Ora potrai finalmente provare il nuovo software per avere in un minuto le keyword per il tuo prossimo ebook!" #3 "Come annunciato, adesso anche tu hai accesso – per un prezzo ridicolo, anzi gratis! – al nuovo blog di Pierluigi Tamanini." ;-) Il lettore deve "respirare" l'urgenza. Deve sentire e percepire la novità, l'occasione. Vi siete mai chiesti perché c'è gente che continua a passare da un telegiornale all'altro anche se le notizie sono sempre le stesse?

Viviamo in una società "malata di novità", stressata dalla velocità del vivere. Abbiamo notiziari 24 ore su 24 alla radio, in TV e via internet. Sono tutti sempre ansiosi di leggere nuove notizie su Facebook, Twitter e qualsiasi social che li distragga per un attimo dalla vita reale. Non voglio in questa sede (e forse in nessuna sede) questionare se sia positivo o negativo tutto ciò, di certo è una grande arma a favore di un autore indie. Quando offri qualcosa di nuovo, catturi l’attenzione. Se riesci a trasformare quell'attenzione in un acquirente, hai fatto bingo. Ecco perché, subito dopo la "novità", va inserito il beneficio specifico!


#C Perché, quale, chi altro Queste parole introducono domande, questo è il loro potenziale. Studi decennali dimostrano che iniziare una frase o un titolo che tali parole stimola il lettore a proseguire la lettura. A mio avviso, non servivano tanti studi: è davvero evidente che funziona!
Per esempio... Chi altro guadagna 500€ al mese di soli libri? Perché agli uomini piace guadagnare denaro? Quale destino per il self-publishing su Amazon? Prima di decidere un titolo, scrivine tanti, anche un centinaio. Sembrano troppi, ma è davvero divertente. E ti torneranno utili per i titoli dei tuoi post o per frasi ad effetto da inserire nella descrizione. Poi testali leggendoli ai tuoi amici o mandandoglieli via mail o chiedendo di votarli sulla tua pagina Facebook.

Ecco altri semplici metodi per migliorare i tuoi titoli...

#1 Le persone voglio raggiungere un obiettivo o risolvere un problema il più in fretta possibile. DOMANDA Chiediti quanto tempo impiegherà il lettore a raggiungere la promessa, una volta finito di leggere il tuo ebook? Sii specifico: considera di includere, quando possibile, il fattore tempo . Esempio: Come Perdere 15 chili in meno di 3 mesi

#2 I numeri (statistiche, percentuali, prezzi, tempistiche...) inchiodano il lettore. Quando possibile, considera di aggiungere dei numeri all’interno dei tuoi titoli. Esempi: # I 7 segreti per pubblicare un libro di successo # Le 23 regole imprescindibili per la avviare una start up # Come ho guadagnato 300€ in un mese con un solo ebook venduto a 2,99€ # Perché l'81% degli italiani sogna di scrivere un libro? # Come costruire in meno di 2 anni una mailing list di 10.000 lettori

#3 Un altro ottimo metodo è promettere un risultato senza dover affrontare alcuna sfida, semplicemente omettendo il "come" e creando quindi curiosità. Esempio: Come scolpire i tuoi addominali in 2 mesi Esempio: Come perdere 8 chili di massa grassa, senza modificare
la tua dieta

Le domande da farsi Il titolo parla veramente del tuo libro o sei andato fuori tema? Hai centrato i bisogni e i desideri della tua tribù? Il titolo crea un’immagine vivida dei benefici che raggiungerà chi legge il tuo libro? Il titolo si affida solo alla curiosità o si intravede anche un beneficio? Hai inserito almeno due o tre parole ipnotiche (oltre alle keyword!) nel tuo titolo? Il titolo ti spinge davvero a continuare a leggere?

Se hai letto i miei libri, forse conosci il detto: "lo scrittore mediocre copia, lo scrittore vincente ruba!" In altre parole: “Non scrivere libri mediocri, quando puoi ispirarti alle migliori menti della tua nicchia.” Hai mai letto "Ruba come un artista: per essere più creativo nel lavoro e nella vita" di Kleon? Daje n'occhio! ^__^ Mi piace consigliare i libri degli altri: aiutare mi riempie di gioia, anche se il libro non l'ho scritto io. Se hai poche idee, vai su Amazon.it e entra nel Kindle Store e, più precisamente, nella categoria relativa alla tua nicchia: perdi un po' di tempo a leggere i titoli e le descrizioni dei vari bestseller. Ti sarà d'ispirazione. Esempi di titoli vincenti? I seguenti esempi illustrano gli elementi essenziali dello scrivere buoni titoli. Un buon titolo fa una promessa/premessa relativa a uno specifico beneficio desiderato dal lettore. Spesso crea un’immagine vivida portando il lettore a "vedersi" mentre ha acquisito quel beneficio o risolto quel problema.

Per esempio se uno non vede l'ora di cambiare lavoro e, mentre legge il vostro titolo, si "vede" in una spiaggia tropicale a fare surf o a gestire un "baretto" di cocktail circondato da belle ragazze... be', sarà quantomeno incuriosito e non potrà non leggere quanto meno la descrizione. Un titolo che funziona, ti mostra come ottenere piacere ed evitare dolore. Non bisogna soffermarsi su quanto sia fantastico il nostro libro, ma – non mi stancherò mai di ripeterlo – su problemi e/o benefici.

#1 Un report nuovissimo rivela i 7 segreti per... #2 Ecco il nuovo tutorial che ti mostra esattamente come... #3 Questo kit di informazioni gratuito ti mostra come... #4 La mia newsletter gratuita rivela i segreti provati (per intraprendere la carriera di scrittore indie) #5 Questo libro contiene un'intervista a un famoso autore e copywriter che svela i 12 segreti per... #6 Ecco l'unica guida italiana in grado di spiegarti... #7 Ci siamo: è appena uscita la nuova guida step by step per... #8 Come ho guadagnato 3000€ in un anno con un solo ebook di 30 pagine #9 Un ex-trader rivela tutti i segreti per fare trading con successo... #10 Non fare come me: evita di fare i miei stessi errori come... #11 Ciò che la tua X non vuole sapere su Y #12 Lo sai che adesso è facile smettere di X se sai come farlo #13 Lo zen e la nuova arte di X #14 Perché alcune persone riescono a X e tutte le altre no #15 Come ottenere nuovi amici e influenzare le persone #16 Come fare soldi scrivendo brevi ebook in una nicchia (ehi, non rubarmelo, ci ho pensato prima io ^__^) #17 Crea il tuo sito in 3 giorni su SquareSpace, anche se sei un incapace come me ;-)

Facciamo una specie di ripasso approfondendo la questione...

Proviamo a dividere i titoli in tre categorie principali: #1 Raggiungimento di un risultato #2 Rimozione di un problema #3 “La direzione del gregge”


#1 Ottenere un beneficio dalla lettura del libro

Il modo più semplice per creare un ottimo titolo è sottolineare il beneficio finale, ovvero la promessa che fai a chi leggerà il tuo ebook. DOMANDE @ Quale obiettivo riuscirà a raggiungere il lettore? @ Quale problema riuscirà a risolvere? Portando quindi a quale risultato? @ Quale dolore cancellerà dalla sua vita per sempre? Perché renderà il lettore felice? Esempio: La nuova guida step by step per guadagnare 1000€ col tuo blog nei primi 3 mesi

#2 Rimozione di un problema

Rimuovi il problema che affligge da anni il tuo lettore, e ti sarà fedele per sempre. Spesso gli individui sono incentivati ad agire, se offri loro la possibilità di rimuovere un problema e/o una paura che non consente (o potrebbe non consentire) di raggiungere un beneficio desiderato (la promessa del tuo ebook). Se all’interno del titolo prometterai all’utente di risolvere un problema o cancellare una "vecchia" paura (ad es. parlare in pubblico), sicuramente sarà un titolo molto efficace. Esempio: L'unica guida in grado di trasformare un timido qualunque
in un genio del public speaking

#3 Seguire il gregge

Una delle leve mentali più potenti, quando si parla di marketing editoriale (e non solo), è la riprova sociale... ovvero la propensione di ogni individuo di prendere una determinata decisione sulla base delle decisioni degli altri. Maggiore è il numero di persone che hanno optato per quella scelta, maggiore sarà l’influenza sulla decisione del singolo.
Ecco come si crea un bestseller! Per questo è bene considerare, se possibile, l’idea di aggiungere un elemento di riprova sociale all’interno del titolo+sottotitolo. Qualcosa che faccia riferimento alla "scelta di molti". Esempio: Il segreto che ha fatto vendere 30.000 copie a centinaia di persone.

Hai commenti? Scrivili qui sotto!