Incipit al mio ebook su come creare una mailing list per scrittori

Ciò che ti sto per svelare in questo ebook, oh collega scrittore, non riguarda solo il sito web, la newsletter o come strutturare al meglio i link all'interno del tuo libro, si tratta dell'intero sistema che ti permetterà di “raccogliere iscritti” rapidamente e gratuitamente. A fine libro ti mostrerò cosa devi fare – passo per passo – per iniziare a collezionare e-mail che ti saranno indispensabili per il tuo business di autore indipendente. E forse dirai: “Era così semplice! Perché non ci ho pensato io?” Ma prima è meglio approfondire ogni argomento e capire il perché delle cose...
Sai qual è la migliore tecnica per qualsiasi tipo di business oggigiorno? “Scopriamolo assieme!” Le statistiche riportano che, nel mondo, almeno metà degli scrittori indipendenti guadagnano meno di 1000 dollari all'anno con le loro pubblicazioni. Be', in Italia questa cifra diminuisce drasticamente. Anch'io – in passato – facevo parte di quella metà e, a dirla tutta, il primo anno di “attività” su Amazon, non ho guadagnato neanche 100€. In poche parole, chi davvero vive di self-publishing nella nostra penisola rappresenta una percentuale ridicola. Allora perché incaponirsi a scrivere? Perché non ne possiamo fare a meno. Ok, ma non è solo questo... Senza scrittura vedrei la mia vita vuota. Se non c'è creazione, non c'è nemmeno soddisfazione.
E non “parlo” solo di romanzi: mi riferisco ai libri in generale. Scrivere e-book sta diventando per me una vita parallela piena di soddisfazioni. A volte mi chiedo cosa ci sia di più bello di scrivere riguardo a un argomento che ci appassiona e far leggere ciò che abbiamo scritto a persone interessate. Intrattenerle, illuminarle, spingerle ad agire, farle sognare, aiutarle, risolvere i loro problemi, renderle felici. È decisamente una strategia win-win: a me piace scrivere, a loro leggere ciò che scrivo.
Ma come trovare la “gente giusta”? La gente davvero interessata a ciò che scrivo, che ami il mio stile di scrittura, la mia visione del mondo... Ecco che entra in gioco la mailing list. Cosa intendo, innanzitutto, per mailing list? Intendo una lista di e-mail appartenenti a persone interessate a ciò che scrivo. Lo so, il termine tecnico “Mailing List” significa servizio o strumento col quale un amministratore manda una stessa mail a più persone. Per mia comodità (e per sfizio personale) in questo ebook con il termine “mailing list” intenderò sia il servizio che la lista vera e propria. Anziché dire “lista di mail” o “lista di distribuzione” o “lista di corrispondenza” che suonano davvero male, userò sempre la coppia magica di parole mailing list. Da quando ho iniziato a studiare un modo per vendere più libri, c'è una cosa che ho trovato ripetuta dappertutto: il denaro è nella lista. Di più: l'intero tuo business è nella tua lista. E più avanti vedremo perché.
Tornando alle statistiche... come passare dalla metà degli scrittori indie che non guadagna alla metà che guadagna? E soprattutto, c'è un modo per iniziare a guadagnare davvero un buon soldo, vendere i propri libri, farsi conoscere, creare un branding, ottenere ottime recensioni, diventare un nome dell'industria letteraria?
Fare soldi dai tuoi scritti non è impossibile e nemmeno improbabile come pensi: anzi, se segui i consigli presenti in questo e in altri miei ebook, ci sono buone possibilità di diventare presto un nome in Amazon. Quindi... come guadagnarsi da vivere con le proprie pubblicazioni?
Torniamo un po' indietro. La ragione per cui alcuni hanno successo e molti invece falliscono sembrerebbe questa: i primi hanno scritto un libro di valore e gli altri no. Purtroppo non è così. Scrivere un libro di valore è solo l'inizio. Se non hai idea di dove iniziare a pensare e scrivere un libro, ti consiglio di leggere la mia guida “Come pubblicare su Amazon” che trovi a questo link: http://www.amazon.it/Come-pubblicare-Amazon-finalmenteIndipendenti-ebook/dp/B014JJ1PD8 Dando per scontato che tu abbia già scritto un libro di valore, ovvero un libro che sappia intrattenere il lettore e/o che sappia rendergli la vita migliore, mi soffermerò su altri aspetti successivi alla scrittura. Qui entra in gioco il secondo punto (occhio, esiste anche un terzo punto...) che differenzia chi guadagna con i proprio libri e chi non riesce a farlo: i primi hanno un modo per rendere il loro libro
interessante agli occhi del pubblico che decide di leggerlo, i secondi no. Ci sono un sacco di modi per far arrivare il tuo libro agli occhi del lettore. Se hai letto altri miei ebook sai cosa intendo: keywords, categorie, nicchie di mercato... Ma una volta che il lettore lo scopre, trovandolo per caso in mezzo a migliaia di altri libri dello stesso genere, cosa lo rende interessante? Ad esempio: @ ha un buon titolo che attira l'attenzione? @ ha un sottotitolo esplicativo che mostra dei benefici? @ ha una descrizione ipnotica e persuasiva? @ ha una cover che attrae e convince? @ ha già delle recensioni utili e positive? @ ha un prezzo onesto?
Chi ha successo è perché ha investito – e continua a farlo – tempo e denaro per migliorare la propria capacità di sviluppare il marketing e trovare i canali di vendita migliori. Per canale di marketing intendo qualsiasi luogo che ti permetta di promuovere un messaggio per il tuo target di mercato: podcast, radio, televisione, pubblicità sulle riviste, un proprio blog e/o sito, guest post, social network, manifesti, sponsor... Ognuno di questi luoghi più o meno virtuali può essere utilizzato per pubblicizzare un prodotto, anche se mi sentirei di valorizzare maggiormente i podcast, il proprio blog, il guest post sui blog dei “competitor” e i social network. Nonostante in Italia il mercato di ebook debba ancora esplodere, posizionare il prodotto giusto di fronte al pubblico giusto è una garanzia di successo.
L'industria (lo so che è un brutto termine...) del libro digitale a livello italiano vale milioni di euro, quindi se si trova il metodo giusto, non si può fallire. Una volta compreso cosa sia il “canale di marketing”, passiamo al “canale di vendita”. Il canale di vendita permette di trasformare i “frutti” della pubblicità in un guadagno monetario: io personalmente preferisco vendere i miei libri su Amazon e altri retailer. Questa è l'opzione più semplice per un autore emergente, in quanto permette di sfruttare il traffico di Amazon in cambio di un 30% di commissione sui guadagni per i libri nella fascia di prezzo 2,99 – 9,99€. Se tu intendi vendere i tuoi ebook direttamente dal tuo sito ti avverto che sarai obbligato ad aprire una partita IVA, con tutto ciò che ne consegue. Riassumendo: i canali di marketing creano la domanda e i canali di vendita la raccolgono. Potrà sembrarti un discorso inutile e fin troppo scontato, ma più cresco e più capisco che la chiarezza sta nella semplicità.
Se ti chiedessi “Come puoi vendere il tuo libro?”, cosa mi risponderesti? Se la risposta è semplicemente “Amazon”, ti stai perdendo metà dell'equazione. Ciò che voglio dire è che non è sufficiente piazzare un ottimo libro su Amazon e aspettare che la gente lo noti, lo compri e lo recensisca. E magari lo consigli ai suoi conoscenti. Esistono eccezioni, ma accontentarsi di caricare ebook su Amazon e aspettare è una strategia lenta e poco efficace. Questo perché 
Amazon è, appunto, un canale di vendita e non un canale di marketing. Potresti obbiettare che su Amazon.com è stata introdotta la pubblicità per i libri in lingua inglese (la sto testando con il mio romanzo tradotto “Resurrection”), ma è comunque tutto da vedere se arriverà anche in Italia e se avrà un prezzo concorrenziale. Quindi – per ora – dimentichiamocene. Aspettare passivamente che qualcuno di accorga del tuo ottimo (?) libro, non va bene. Non è sufficiente. In pratica, mettere un ebook in una categoria di Amazon ti permette di “raccogliere la domanda”, ma non di crearla. Abbiamo parlato di due aspetti (valore del libro in termini di contenuti e libro interessante agli occhi del potenziale lettore) imprescindibili per il tuo successo. Ma non può mancare il terzo e importantissimo aspetto che lancerà il tuo business su di un altro livello: la “lista di mail”! Il tuo futuro è nella mailing list.
Hai mai sentito parlare di “lancio di un libro”? Ora immagina di avere una mailing list di 10.000 fedeli lettori che ti seguono e che ti stimano. Ipotizziamo che tu abbia scritto un breve ebook e lo voglia vendere a un prezzo abbordabile, diciamo 2,99€. Senza mailing list dovresti cominciare a pensare a come pubblicizzarti e mettere in conto di spendere almeno qualche centinaio di euro in pubblicità (oppure aspettare passivamente che qualcuno lo compri...). Ma abbiamo ipotizzato che tu abbia una solida mailing list che ti sei creato negli ultimi due o tre anni. Quindi... che fai?
Scrivi una mail – ti bastano poche righe – in cui inserisci il link del nuovo libro su Amazon in vendita a 2,99€. Diciamo che questa mail venga letta dal 40% dei tuoi iscritti e soltanto un quarto di loro clicchi sul link e compri il libro. Avrai venduto in poche ore e senza il minimo sforzo, 1000 copie, ovvero il 10% dei 10.000 iscritti alla tua newsletter avrà acquistato il libro. Amazon paga il 70% del prezzo di copertina, quindi circa 2€ a ebook venduto a 2,99€. Questo significa che, grazie a una sola mail, avrai guadagnato ben 2.000€. Lo so, sembra impossibile. Ma i dati che ho usato sono realistici. Si potrebbe dire che... “è tutto vero!” ^__^ L'effetto collaterale (positivo!) da non sottovalutare, è che tante vendite in così poco tempo porteranno il tuo libro in cima alle classifiche dei bestseller e questo darà grande e duratura visibilità al tuo libro, se sarà effettivamente di valore. Una volta arrivato ai primi posti di una categoria, avrai delle entrate fisse giornaliere, dei redditi passivi che ti supporteranno mentre scriverai il libro successivo. Ipotizziamo che il tuo ebook da 2,99€ venda anche solo 5 copie al giorno, ovvero 10€ di entrate giornaliere, alla fine di ogni mese avrai altri 300€ in saccoccia. Se scrivi e pubblichi brevi ebook ogni 2 o 3 mesi e li vendi a 2,99€, puoi anche smettere di lavorare! ^__^
Un altro effetto collaterale? Più vendi libri, più fai crescere la tua mailing list con nuovi iscritti! Quindi l'esempio – dopo ogni nuovo ebook pubblicato – dovrai farlo con 12.000 iscritti, poi con 15.000 iscritti, poi con 20.000... 
Detto questo non ci resta che capire come crearsi una mailing list in maniera veloce e, possibilmente, gratuita.
Sei convinto del valore della mailing list o hai ancora qualche dubbio? Molti sono convinti che i social network come Twitter e Facebook funzionino altrettanto bene. La verità è che soltanto una piccola percentuale di persone è sui social per comprare. Ci sono varie statistiche a riguardo. Se prima abbiamo ipotizzato che il 10% dei tuoi iscritti avrebbe comprato il libro, non aspettarti che se scrivi un post sulla tua pagina Facebook tu possa portare anche solo l'1% di chi segue la tua pagina a comprare il tuo libro su Amazon. Twitter, stando sempre alle statistiche, pare funzioni un pochino meglio, ma in Italia è decisamente poco frequentato rispetto a Facebook. Non ci sono dubbi: l'email è il modo più veloce, economico e potente per entrare in contatto con i tuoi lettori. Nessun altro servizio è così personale quanto un'email: se sai scrivere con onestà, venderai più libri tramite email che in nessun altro modo.
Non ti fidi di quanto dico? Fai bene! ;-) Ecco cosa dice il signor Grahl, uno dei più grandi esperti mondiali di self-publishing: “Your #1 goal in building out your website, and in everything you do to market your books online, is to grow your email list.” Tim Grahl In altre parole, qualunque cosa tu faccia “attorno” al tuo libro deve avere lo scopo di far crescere la tua mailing list.
Ecco la prova del nove, il case study, la storia personale (sempre che ti fidi di me...)!
La mia mailing list non arriva nemmeno a 1.000 iscritti, eppure ogni volta che lancio un nuovo libro ho sempre delle recensioni utili e sincere e, durante la promozione gratuita del programma KDP, centinaia di download.
Se vogliamo scriverlo in modo ancora più chiaro ecco come suona: più persone hai nella lista, più il tuo business di “authorpreneur” avrà successo. Pensa alla costruzione di una mailing list, come a un investimento per il futuro. Se li tratterai bene con promozioni gratuite, contenuto utile, qualche dritta e un buon intrattenimento, i tuoi iscritti non ti abbandoneranno tanto facilmente e la tua lista continuerà a crescere nei mesi e negli anni. Come puoi capire, c'è una vera e propria correlazione tra gli iscritti alla tua newsletter e le tue entrate monetarie. Ecco la triste (?) verità: #1. Se hai una mailing list, venderai i tuoi libri con certezza. #2. Se non ce l'hai, potresti vendere comunque, ma probabilmente no. Quindi, ti conviene concentrare i tuoi sforzi per creare una mailing list, in modo da vendere più libri. Suona semplice, no? ;-) In questo ebook, mio caro scrittore, ti svelerò i segreti (qui in Italia – tra noi scrittori – non li conosce quasi nessuno ancora...) per riuscire a creare la tua mailing list in maniera rapida e funzionale.